Web
Web

Sei a posto con i cookies? Le nuove regole GDPR dal 2022

Dal 10 Gennaio 2022 sono entrate in vigore le nuove linee guida per l’uso dei cookie, approvate dal Garante della Privacy, ovvero l’autorità italiana per la protezione dei dati.

Se sei residente in Italia, o il tuo sito opera con utenti Italiani, leggi attentamente questo articolo e verifica di essere in regola con tutto!

Cookie Banner

Il famoso banner che ci avvisa dei cookie quando apriamo per la prima volta un sito. Lo conosciamo tutti, ma come dev’essere per essere legalmente valido?

Per le nuove linee guida GDPR, è previsto che il banner (di solito un pop-up) includa:

  • Un’informativa sull’uso dei cookie tecnici e altri cookie
  • Il link alla Cookie Policy dove devono essere indicati i destinatari dei dati personali, il tempo di conservazione dei cookies e i diritti dell’utente.
  • Dei pulsanti espliciti per il consenso alla profilazione. Quindi devono essere ben chiari i pulsanti “Accetta” (che abilita solo i cookie essenziali per il corretto funzionamento del sito web) e “Rifiuta”. Il pulsante “Accetta Tutti” (cioè quello che abilita tutte le categorie di cookie) non è più considerato un metodo valido, così come il semplice scorrimento che fa sparire il banner.
  • Un comando per selezionare i cookie o gli strumenti di tracciamento oltre a quelli essenziali

Inoltre è importante tenere a mente che, sempre secondo le nuove linee guida, deve essere presente nel sito un link o un banner che ci permetta di modificare o revocare in qualsiasi momento le nostre preferenze sui cookies, accessibile da qualsiasi pagina.

 

Preferenze di Consenso

L’accettazione dei cookie prima della navigazione prevede che i consensi degli utenti vengano conservati 6 mesi a meno che

  • cambino le condizioni per cui si richiede il consenso – ad esempio abbiamo aggiunto o tolto funzionalità al sito che si collegano a servizi di terza parte
  • siano passati almeno 6 mesi dall’ultima volta che l’utente ha fornito il suo consenso 
  • il proprietario del sito non possieda gli strumenti per tracciare i consensi precendenti.

In questi casi sopra elencati, è giusto che il nostro sito riproponga il banner del consenso per poter correttamente registrare le (nuove) preferenze dell’utente.

 

Prova di Consenso

La grande novità è l’obbligatorietà per il titolare del sito web di poter dimostrare di aver ottenuto il consenso da parte dell’utente per la navigazione.

Cosa vuol dire in parole povere? Il titolare è tenuto a tenere un registro per le Preferenze dei Cookie, che consente di conservare e documentare i consensi e collegarli agli utenti nel caso di verifiche.

 

Non sei sicuro che il tuo sito web sia in regola e vuoi una mano? Contatta lo studio per un’analisi gratuita del tuo sito web!

In questo articolo:

Suggeriti
Suggeriti